nude look

di Marco Valsecchi

SOS operatori culturali

@silvanoagosti propone che l’essere umano sia riconosciuto #patrimonio @UNESCO. Non così assurdo dice @MarcoValsecchi

Sono anni che lo scrittore Silvano Agosti si batte perché l’essere umano venga riconosciuto come “patrimonio dell’umanità”. Finora il massimo che sia riuscito a ottenere dal ministero è una lettera in cui lo invitano a lasciarli in pace. La mia proposta è più modesta. E se in Italia riconoscessimo a chi si occupa di cultura lo status di “bene culturale”? Tranquilli, non è una truffa. Non chiedo contributi né propongo tasse. Prendetela come una questione di principio: semplicemente mi piacerebbe che – come da definizione di Wikipedia – anche chi nella cultura ci lavora venisse designato dallo Stato come “importante per la letteratura, l’arte, la scienza”. In fondo, bisogna pur darsi delle priorità. Ecco, da questo punto di vista, con tutto il rispetto (e la preoccupazione) per le case di Pompei, un tetto che crolla mi spaventa meno di un laureato che fugge perché qui è considerato un peso e non una risorsa. Così si minano le basi della ripresa, si taglia il ponte che porta dall’altra parte del baratro. Ammettiamolo, il vero guaio non è infrastrutturale, ma strutturale: più che i beni, quello che si sta smantellando è la cultura in quanto tale. E senza quella non c’è bene che tenga.

One thought on “SOS operatori culturali

  1. Capisco le motivazioni profonde della proposta (e le condivido) ma mi pare lo stesso un po’ sciocca. Mi chiedo infatti come individuare chi lavora con la cultura, visto che molte persone che fanno attività culturale a tutti gli effetti lo fanno in modo volontario…

Share your opinion

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>