Conversazioni Impossibili

di Giovanni Sabelli Fioretti

Europa Creativa, Erasmus+ e Horizon2020

appunti sui programmi europei per la cultura dopo l’European Culture Forum #EuCutlureForum

Dal 4 al 6 novembre siamo volati a Bruxelles. L’European Culture Forum è un appuntamento molto importante per chi si occupa di politiche culturali e non solo perché si tratta di un’occasione di networking con cittadini e operatori culturali europei. È l’occasione per raccogliere alla fonte tutte le informazioni che riguardano le politiche culturali europee. Per dare la possibilità a più persone possibili di seguire i lavori del forum abbiamo curato una diretta liveblogging della tre-giorni, trasmessa su un link dedicato sul sito di Perypezye Urbane: www.perypezyeurbane.org/creativeeurope.

Come potete immaginare nel fare il reportage ci siamo sbizzarriti: si trovano tweet, immagini, anche qualche video di Vine (come questo, con la Commissaria europea alla Cultura Androulla Vassiliou).

Qui su S28Mag lasciamo una traccia in italiano degli appunti che abbiamo preso sui tre programmi che avranno probabilmente l’impatto maggiore per gli operatori culturali italiani. Per chi volesse avere maggiori informazioni di prima mano ricordiamo gli infoday che si terranno a dicembre a Roma e a Firenze.

Europa Creativa (tutti gli appunti su Europa Creativa)

Il programma Europa Creativa unisce i programmi precedenti, Cultura e Media. Se è ormai fuor di dubbio che le Industrie Culturali e Creative contribuiscono in maniera fondamentale all’economia restano aperte delle sfide. In particolare: mercati frammentati, passaggio al digitale, l’accesso ai finanziamenti e la mancanza di dati statistici.

Il programma cercherà di affrontare queste sfide favorendo la circolazione internazionale dei lavoratori, delle opere, delle traduzioni e del pubblico.

Si allarga il bacino dei paesi che potranno essere coinvolti nei progetti: i paesi dell’Est e del Mediterrano potranno essere coinvolti una volta che questi abbiano firmato la prima “lettera di accordo”.

Erasmus + (tutti gli appunti su Erasmus + - il liveblogging)

Semplificazione:

  • 7 programmi di scambi europei diventeranno un unico programma
  • le tre azioni chiave saranno mirate a educazione, formazione e giovani
  • compilazione del budget più semplice, per agevolare la compilazione di moduli e report

Aspetti innovativi:

  • meno azioni strategiche
  • sinergie tra apprendimento formale e informale, in modo da aiutare i giovnai ad acquisire i cosiddetti soft-skills
  • intersettorialità e connessioni con il mondo del lavoro

Horizon2020 (tutti gli appunti su Horizon 2020)

Horizon2020 è il programma legato all’innovazione e alla ricerca. Nella nuova formula avrà una maggiore connessione con le problematiche socio- politiche, quindi le call del 2014 comprenderanno:

  • 1 call “nuove idee per superare la crisi” dove verranno valorizzate le proposte che coinvolgono un maggior numero di stakeholder
  • le sfide politiche dell’Europa
  • giovani generazioni in un’ Europa innovativa, inclusiva e sostenibile. Miglioramento delle politiche di crescita, in cui i giovani vengano considerati un volano per la transizione economica e sociale
  • politiche regionali europee: investigare se le politiche europee sono percepite in quanto tali e se contribuiscono alla creazione di una cittadinanza e un’identità europea.
  • 1 call “Europa come attore globale”, incentrata sulla diplomazia culturale europea e sulla diffusione della cultura europea oltre i confini

Per restare aggiornato sulle prossime novità dei programmi culturali europei ti invitiamo a seguirci su facebook e twitter.

Torna al magazine

Share your opinion

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>