Art Coefficient

di Mali Weil*

Christian Fogarolli

@maliweil racconta il lavoro di #ChristianFogarolli presente alla Galleria Boccanera di #trento - tra memoria e follia

Con Art coefficient-03 Mali Weil incontra il lavoro di un giovane artista di Pergine (Tn), Christian Fogarolli.

Le sue opere, che spesso partono da vecchie foto d’archivio di internati in manicomi del nord Italia, sembrano viaggi a ritroso per liberare l’identità dei singoli dalle interferenze della malattia o meglio della classificazione medico-legale della malattia. La puntata è dedicata al progetto Blackout, una trilogia di opere sulla figura di una donna che per tutta la vita ha accumulato tracce, memorie, detriti.

La sua ricerca di una memoria incessante sfocia in accumulo potenzialmente infinito di segni, il cui significato risulta, di fatto, inattingibile, restituendo di lei un’immagine muta, afasica. Come afasici appaiono tutti gli altri “pazzi”, imprigionati nelle foto segnaletiche raccolte dall’artista. Solo l’incontro con lo spettatore, reso possibile da Fogarolli, sembra ridare loro la possibilità di parola.

Blackout è stato presentato per la prima volta nella prima personale di Fogarolli, White, presso la Galleria Boccanera di Trento.

Torna al magazine

Art Coefficient è il format che Mali Weil realizza per il progetto europeo Shareculture.eu, coordinato da Studio28 Tv

Share your opinion

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>