Art Coefficient

di Mali Weil*

Christian Fogarolli

@maliweil racconta il lavoro di #ChristianFogarolli presente alla Galleria Boccanera di #trento - tra memoria e follia

Con Art coefficient-03 Mali Weil incontra il lavoro di un giovane artista di Pergine (Tn), Christian Fogarolli.

Le sue opere, che spesso partono da vecchie foto d’archivio di internati in manicomi del nord Italia, sembrano viaggi a ritroso per liberare l’identità dei singoli dalle interferenze della malattia o meglio della classificazione medico-legale della malattia. La puntata è dedicata al progetto Blackout, una trilogia di opere sulla figura di una donna che per tutta la vita ha accumulato tracce, memorie, detriti. Read More

Art coefficient

di Mali Weil

Jaan Toomik

il racconto di @maliweil dell’incontro a #milano con il lavoro dell’artista Jaan Toomik

Mali Weil dedica Art coefficient-02 a Jaan Toomik, artista di origine estone.
La trilogia presentata, Dancing home, Dancing with dad, Father and Son, ruota su alcuni luoghi della memoria e del bios dell’artista. Incrociando direttive come paesaggio, azione fisica e fattore biografico, Toomik trasforma topoi della sua geografia personale in universali.

L’artista entra in una dimensione rituale capace di includere lo spettatore. Chi guarda costruisce naturalmente un discorso in movimento tra piano esistenziale e piano politico, partendo dalla constatazione: quell’uomo che danza o pattina c’est moi. Anzi, c’est nous.
La mostra Run, conclusasi il 13 gennaio, curata da Marco Scotini per Galleria Artra di Milano è stata la prima retrospettiva italiana sull’opera di Toomik.

Art Coefficient è il format che Mali Weil realizza per il progetto europeo Shareculture.eu, coordinato da Studio28 Tv